La situazione legata alla crisi sanitaria che abbiamo vissuto ha portato con sé tante certezze, ma anche tante incertezze. Il settore del tempo libero e in particolare quello delle piste di ghiaccio, dubitava che il pubblico vedesse le piste di pattinaggio come un luogo sicuro in cui recarsi durante le feste. Dopo la campagna di Natale, è arrivato il momento di analizzare e vedere come ha reagito la società e come è stata l’affluenza sulle piste di pattinaggio durante la pandemia di coronavirus. Vuoi sapere quali sono state le conclusioni dello studio? Vediamolo insieme!

Maggiore presenza di pattinatori sulle piste, com’è possibile?

Sì. Questa è stata la conclusione generale e definitiva del nostro studio. Le piste di pattinaggio che abbiamo installato questo Natale e che, negli anni precedenti, avevano optato per noi, sono riuscite ad aumentare il loro afflusso in termini generali.

Queste sono le principali ragioni dell’aumento dell’afflusso sulle piste di pattinaggio:

 

  • Mancanza di opzioni per il tempo libero

A causa dell’incertezza generata dalla pandemia, le attività del tempo libero sono state ridotte, il che ha portato la popolazione ad avere meno alternative e si è rivolta, se possibile, con più slancio alle piste di pattinaggio.

 

  • Attività ricreative sicure

Le piste di pattinaggio su ghiaccio Xtraice sono un’attività ricreativa sicura in tempi di COVID. L’uso di maschere; il mantenimento della distanza di sicurezza, l’igiene delle mani prima di entrare in pista e la raccomandazione di pattinare in una direzione, hanno reso le piste un luogo sicuro per tutti.

Affluenza sulle piste di pattinaggio durante la pandemia del coronavirus

Storia di successo alla periferia di Parigi

Prendiamo come esempio un caso di successo, quello di una pista installata in un centro commerciale alla periferia di Parigi. È il terzo anno consecutivo che Xtraice installa questa pista di pattinaggio durante il periodo natalizio. In questa stagione hanno battuto il record di afflusso al palaghiaccio, riuscendo ad aumentare del 50% il dato di presenze dello scorso anno. Questo dato diventa ancora più importante se si considera che il record di vendita dei biglietti è stato raggiunto nonostante i seguenti motivi:

  • la capacità massima di ingressi è stata dimezzata. Se l’anno passato la raccomandazione era di 4 pattinatori / m2; quest’anno è passato a 2 pattinatori / m2.
  • Chiuso Settore della restaurazione. Sia i bar che i ristoranti del centro commerciale erano chiusi.
  • limite orario: il coprifuoco è stato fissato alle 20:00.
  • lentezza nella gestione della pista. Molto tempo è stato impiegato giornalmente per disinfettare l’attrezzatura (pattini, recinzioni, accessori, ecc.), Tempo che è stato sottratto alla gestione della pista.

È anche importante notare che essendo l’unica pista locale, le persone hanno frequentato regolarmente e sono stati utenti ricorrenti quasi in tutti i casi. Inoltre, è cambiato il classico approccio alle piste nei centri commerciali: quest’anno la popolazione si è recata al centro commerciale esclusivamente per andare alla pista di ghiaccio sintetico, mentre è usuale il contrario.

Hai ancora dubbi se installare una pista di ghiaccio sintetico in tempi di COVID? Non esitare e contattaci subito.

Vuoi ricevere un preventivo personalizzato?

CONDIVIDI IN





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment